NOE’ L’ORIGINE DI UN GRANDE PROGETTO

By 5 ottobre 2015 No Comments

Noè: l’origine di un grande progetto

L’amore per un territorio armonioso e florido, Custoza, l’origine agricola di una famiglia dalle ampie vedute spinta da un’impegno imprenditoriale di tutto rispetto, ha portato alla nascita di un prodotto che racchiude in se la storia di una famiglia, il sapore di un territorio e una vera e propria anima percepibile nelle sue bollicine. Noè è il prodotto di punta e il primo nato della linea Famiglia Dalla Bernardina, uno spumante extra dry con metodo charmat lungo, tutto da scoprire.

Apprezzarne il sapore conoscendo il significato del nome

Giovanna Dalla Bernardina ci racconta l’origine del nome Noè: “Noè è il capostipite dei prodotti a marchio Famiglia Dalla Bernardina, per questo motivo si è scelto di attribuirgli il nome del nonno paterno dei titolari, Noè Dalla Bernardina, grande conoscitore dell’agricoltura locale, che ha infuso alla famiglia questi importanti valori, portati avanti con un’imprenditoria diversificata ma sempre attenta al territorio ed ai suoi frutti. Un nome importante oltre che per il legame affettivo connesso alla famiglia, anche perché i primi reperti archeologici della vite coltivata, sono stati ritrovati nella zona compresa tra il Mar Nero e il Mar Caspio, tra i fiumi Tigri ed Eufrate, la cosiddetta Mezzaluna Fertile,  nelle vicinanze del monte Ararat, luogo in cui Noè, secondo le Sacre Scritture, piantò il suo vigneto”.

Nel capitolo 9 della Genesi Noè viene così descritto:

Noè agricoltore si mise a lavorare la terra, e piantò una vigna; Ed avendo bevuto del vino ne fu ubriacato, e restò scoperto nella sua tenda…

Nel racconto biblico Noè è il patriarca vinicoltore al quale Dio affida la salvezza del genere umano; Noè Dalla Bernardina è il patriarca di questa Famiglia di Sommacampagna”

Ceste

Custoza, territorio ideale per coltivare i vigneti

L’obiettivo del nuovo marchio “FDB” (Famiglia Dalla Bernardina) è quello di conferire un’immagine nuova, moderna e di tendenza ad un prodotto qualitativamente elevato ed estremamente versatile che ha tutte le caratteristiche per soddisfare il gusto dei consumatori.
Secondo i titolari dell’azienda un’importante leva per la valorizzazione del territorio del Custoza è la qualificazione del prodotto e quindi del nome “Custoza” mediante una più efficace comunicazione delle peculiarità e della qualità che questo vino possiede.
Questo perché essendo Custoza una piccola destinazione a forte vocazione vinicola, conosciuta soprattutto per il vino che in essa viene prodotto, è fondamentale trasmettere al consumatore e quindi al potenziale cliente, un’immagine nuova e moderna.
Valorizzare il vino significa valorizzare tutto il territorio, poiché promuovere nel modo giusto il prodotto contribuisce a promuovere il territorio.
Custoza è anche stata teatro di due importanti battaglie risorgimentali, che videro in entrambi i casi la sconfitta dell’esercito piemontese prima e italiano poi ad opera dell’Impero austriaco.
A ricordo di tali episodi bellici sorge un ossario che contiene le spoglie di tutti i soldati morti durante le Battaglie d’Indipendenza.
Storico personaggio legato alla località e a quegli eventi, celebrato dal De Amicis, è il Tamburino Sardo, che, secondo il racconto narrato nel libro “Cuore“, corse giù dalle colline di Custoza per chiamare i rinforzi.

Tenuta FDB

Tenuta della Famiglia Dalla Bernardina

La produzione del Noè

L’idea di produrre uno spumante metodo charmat lungo, nasce in primis dalla disponibilità di uve atte alla spumantizzazione, quali Garganega, tipologia di cui Noè si compone per il 50%, Incrocio Manzoni e Trebbiano Toscano.
La tipologia Garganega fra tutte, è quella che maggiormente si presta alla spumantizzazione per proprie caratteristiche fisiologiche ed organolettiche.
Il vitigno Garganega infatti, è la varietà a bacca bianca più importante delle province venete di Verona e Vicenza, da queste uve nascono i vini DOC di Soave e Custoza, anche se in molti casi viene “blendizzata” con altre varietà autoctone o internazionali.
La Garganega ha un importante patrimonio di profumi tra cui risaltano la mandorla e i fiori bianchi.
I vini ottenuti dal vitigno Garganega sono di colore giallo paglierino con delicato profumo fruttato, di medio corpo, giusta acidità, armonico e vellutato. Di grande ricchezza aromatica con profumi semplici, floreali e più complessi (erbe aromatiche e minerali).
Il metodo di spumantizzazione scelto è lo Charmat lungo con tipologia Extra Dry la cui caratteristica è quella di ottenere un vino spumante con residuo zuccherino di massimo 14 mg./L., un vino quindi cosiddetto “trasversale”, versatile, che si presta a molte occasioni ed abbinamenti.
Un vino spumante extra dry, risulta un ottimo aperitivo ma anche un prodotto da tutto pasto, essendo facilmente abbinabile a molti piatti della gastronomia locale ed internazionale; può essere inoltre bevuto anche a fine pasto..

Vino Noe

Bottiglia FDB – Noè

Dove trovare il Noè

Il Noè esprime nel gusto, il sapore della terra in cui nasce e proprio a pochi passi dalle vigne da cui viene prodotto è possibile degustarlo e acquistarlo. Il punto vendita è sito presso il DB HOTEL VERONA o presso il bar della struttura. Con il vino Noè oltre a portare un pezzo di Verona sulle vostre tavole, avrete l’occasione di intrattenere gli amici con la storia della sua origine.

Leave a Reply